La nuova produzione del teatro CaraMella “Le strade del mare” è un lavoro sulla diversità, la diversità di mondi, di incontri e scontri fra generazioni di madri e figli, la ricerca di libertà e riscatto costruendo nuove vite lontano dalla terra natìa, è una ricerca lontana da stereotipi, nella capacità di accettare la verità per quella che la vita ti offre nelle sue varie sfaccettature, con la capacità di dialogare e saper comprendere la persona che incontriamo nel suo modo di essere, nella vita che tutti, uomini e donne vivono nel rispetto dell’altro.

La vicenda attraversa un lungo periodo storico e incrocia la storia di tre donne –nonna, madre e figlia- nel corso di un secolo di rotte migranti tra la Sicilia e il Brasile. Cesarina, Erminia e Cosima cambiano luoghi di vita, trasformano se stesse, altri mondi, altre identità.

La più giovane, Cosima, si troverà a dover affrontare anche un viaggio nel proprio passato, andando a fondo delle proprie paure e delle proprie ossessioni per poter, finalmente libera, tornare in Brasile e realizzare il sogno condiviso con la madre e la nonna. (spettacolo premiato come miglior monologo al festival stella d’argento edizione 2016)