Commedia in un unico atto di Dario Fo

L’Apoteosi “dell’equivoco” che Dario Fo definisce “INGHIPPO” è il filo conduttore di tutta la commedia ambientata in un’Italia degli anni ’70. È l’equivoco che muove la trama; svela i personaggi che si differenziano soltanto perché appartenenti a diverse classi sociali, ma non certamente per moralità, correttezza e virtù e li fa giocare in un sottile intreccio tra realtà e farsa.